Menu Close
  1. Home /
  2. Blog /
  3. Cosa Non Deve Mancare Nel Tuo Ecommerce

E-commerce:
Cosa non deve mancare all'interno del tuo sito

17.05.2019

Facebook Twitter Linkedin

8 cose che non devi assolutamente trascurare per il tuo e-commerce:

1. HTTPS

Potrà sembrarti una banalità, ma purtroppo non tutte le agenzie lo considerano una priorità. Avere un sito web in HTTP vuol dire avere un sito web che, agli occhi di Google, è visto come “non sicuro”.
Potrai dirmi “ Ok, ma a me interessano gli utenti, non Google ”.
Vero, ma devi sapere che Google fa da filtro tra te e gli utenti, quindi un sito web che per Google non è sicuro viene mostrato non sicuro anche agli utenti.

Facciamo un esempio:
Ti sarà sicuramente capitato di atterrare su siti web con un lucchetto rosso in alto accatto all’url, o addirittura di provare ad aprire un sito web ma di non riuscirci a causa di un blocco sicurezza di Google.
In questi casi cosa hai fatto? Hai sicuramente cercato il sito di un competitor e hai acquistato su quel portale.

Attivare il certificato HTTPS è quindi indispensabile per non compromettere il tuo business.

E-commerce:Cosa non deve mancare all'interno del tuo sito

2. User Experience

Con user experience intendiamo tutti quegli accorgimenti relativi alla struttura del sito web necessari per far vivere all’utente un’esperienza di navigazione ottimale.
Questo è possibile creando un sistema di navigazione logico per l’utente e quindi di facile interpretazione.
Vediamo insieme che pagine è necessario inserire all’interno di un sito ecommerce e cosa devono contenere:

- Home Page:
La vetrina del tuo store, è fondamentale curare nei minimi dettagli ogni elemento presente al suo interno.
Attraverso la tua Home page invoglierai o meno gli utenti a continuare la navigazione nel tuo sito web.
Qualche consiglio:
◦ Deve rappresentare totalmente la tua attività e i prodotti che vendi;
◦ Deve avere uno stile ben definito;
◦ Deve capirsi fin da subito che prodotti vendi;
◦ È consigliabile inserirci eventuali promo;
◦ È consigliabile prevedere una barra di ricerca;
◦ È consigliabile inserire delle recensioni generiche sull’azienda;
◦ È consigliabile inserire la possibilità di iscrizione alla newsletter;
◦ Devono essere inseriti in maniera chiara i metodi di pagamento disponibili e i tempi e i costi di consegna.

- Pagina di categoria:
Se hai un catalogo prodotti ampio è molto utile per gli utenti avere una suddivisione per categorie e sottocategorie in modo da facilitare la ricerca dei prodotti.
Per esempio:
un e-commerce di abbigliamento ha le categorie Uomo, Donna e Bambino e, a loro volta le categorie sono suddivise in sottocategorie come: pullover, jeans, scarpe, accessori, ecc
Se, invece, vendi prodotti di più Brand, è utile permettere agli utenti di filtrare i prodotti in base alla marca.
All’interno della pagina di categoria è necessario inserire:
◦ I singoli prodotti, ognuno con: immagine, descrizione, prezzo, eventuale sconto, CTA per aggiungere immediatamente il prodotto al carrello e CTA per aggiungere il prodotto alla wishlist;
◦ Menu contenente le sottocategorie;
◦ Filtri per determinate tipologie di articoli (es. per colore, fino a una certa soglia di prezzo, ecc);
◦ Possibilità di ordinare i prodotti (in base al prezzo, in base alla data di inserimento nello store (novità), in base alle recensioni, in base alle quantità vendute (i più venduti) ecc).

- Pagina prodotto:
È la pagina di dettaglio, all’interno della quale vengono inserite tutte le informazioni di cui l’utente ha bisogno per convincersi ad acquistare:
◦ Titolo del prodotto;
◦ Descrizione;
◦ Categoria di appartenenza;
◦ Gallery con: la possibilità di zoommare le immagini, immagini 360° per vedere il prodotto da ogni angolazione e video di utilizzo;
◦ Colori disponibili;
◦ Taglie (se previste);
◦ Guida alle taglie (se previste le taglie);
◦ Quantità in magazzino (che può essere sia specifica che generica, come ad es. “-10 disponibili”);
◦ Quantità minima ordinabile (se prevista);
◦ CTA “Aggiungi al carrello”;
◦ CTA “Aggiungi alla wishlist”;
◦ Recensioni sul singolo prodotto;
◦ Articoli simili e correlati (Cross-selling);
◦ Social Share.

- Pagina di visualizzazione dei risultati di ricerca:
Se all’interno del tuo e-commerce è prevista la possibilità per gli utenti di ricercare un prodotto tramite parole chiave, è bene strutturare la pagina di visualizzazione dei risultati come se fosse una pagina di categoria.
In questo modo gli utenti avranno familiarità con la pagina e potranno interagirci senza frustrazioni.

- Pagina carrello:
L’ideale è strutturarla per steps, in modo che l’utente possa concludere l’ordine per gradi, avendo ben chiaro quanti passaggi gli mancano per arrivare alla conferma dell’ordine.
◦ Il primo step deve contenere i dettagli di ogni articolo e la possibilità di eliminarne uno dal carrello o di tornare alla pagina di dettaglio per modificare colore, quantità, taglia ecc. e la possibilità di scegliere la modalità di spedizione (solitamente “standard” o “express”).
Spesso articoli Up-selling vengono inseriti in questa pagina per cercare di aumentare il valore del carrello;
◦ Il secondo step deve permettere all’utente di effettuare il login, la registrazione o, se previsto, di continuare l’acquisto come “utente ospite”;
◦ Il terzo step deve permettere all’utente di modificare l’indirizzo di spedizione e di fatturazione;
◦ Il quarto step prevede la scelta del metodo di pagamento e, in caso non venga scelto il contrassegno o il bonifico, l’inserimento dei dati della carta di credito;
◦ L’ultimo step deve contenere il riepilogo dell’ordine e avere una CTA di conferma alla quale seguirà una pagina contenente un feedback sul pagamento e il numero dell’ordine e il link all’area personale nella quale visualizzare lo stato di avanzamento dello stesso.

- Pagina registrazione:
Pagina all’interno della quale un nuovo utente deve poter accedere per inserire i propri dati per essere inserito all’interno del tuo database aziendale.
I dati principali sono: nome, cognome, indirizzo e-mail, password, conferma password, data di nascita (sia per un discorso legale che per eventuali promozioni per il compleanno), partita iva, indirizzo di spedizione e di fatturazione, carta di credito ecc.
È consigliabile non obbligare gli utenti fin da subito ad inserire tutti i dati sopra elencati, per arricchire il tuo database per effettuare azioni di marketing hai bisogno solamente dell’indirizzo e-mail , quindi non obbligare l’utente a dover scegliere fin da subito se lasciarti i suoi dati personali o abbandonare. La maggior parte abbandonerà senza registrarsi.

- Pagina login:
Importante tanto quanto la pagina di registrazione, deve essere ben visibile all’utente e deve contenere il minimo delle informazioni necessarie ad effettuare l’accesso: campo user, campo password, pulsante di accesso.

- Pagina account
È consigliabile suddividere questa pagina in sezioni:
◦ Dati personali;
◦ Metodi di pagamento;
◦ Ordini
  ▪ in corso
  ▪ resi in corso
  ▪ storico ordini
◦ Newsletter (con la possibilità di disiscriversi);
◦ Pulsante di logout ben visibile.

- Pagina wishlist:
Pagina all’interno della quale gli utenti possono inserire i prodotti preferiti che magari per il momento non sono disponibili o che magari l’utente non è totalmente convinto ad acquistare.

- Pagina costi di spedizione:
Se sono previsti costi differenti in base alla regione di spedizione, in base al peso della merce, in base al corriere e i tempi di consegna è bene strutturare una pagina all’interno della quale gli utenti possano trovare tutte le informazioni che cercano.
Questo è sinonimo di professionalità e porterà gli utenti a fidarsi della tua azienda.

- Pagina termini e condizioni:
Deve contenere la politica di vendita della tua azienda.

- Pagina FAQ / Assistenza:
Una pagina all’interno della quale gli utenti possano trovare le risposte alle domande più comuni e, in caso non trovino una soluzione al loro dubbio, i contatti per permettergli di contattarti nel minor tempo possibile.

- Pagina Store Locator:
Se la tua azienda ha più sedi è bene segnarlo anche all’interno dell’e-commerce.
Molti utenti potranno passare dal web al negozio fisico sia per acquistare che per il ritiro dei prodotti.

- Pagine Privacy e Cookie Policy:
Obbligatorie in ogni sito web, devono contenere le informazioni legali sulla tua attività e sull’utilizzo dei dati che acquisisci dal tuo sito web.

3. USER INTERFACE

Stabilita la struttura del tuo sito è necessario pensare all’aspetto grafico.
Tutte le pagine dello shop dovranno avere una linea grafica comune, facilmente interpretabile dagli utenti.
Bisogna studiare le abitudini degli utenti e capire dove posizionare i pulsanti e tutte le informazioni che abbiamo elencato nella sezione “User Experience” in modo che siano dove l’utente se le aspetta.

4. IL RESPONSIVE MOBILE

Realizzare un sito web ecommerce e non ottimizzare al meglio la versione mobile è come comprare una Ferrari e lasciarla in garage: inutile.
La maggior parte delle visite a siti web è ormai effettuata da tablet o smartphone, è quindi necessario studiare una user experience ad hoc per questi dispositivi in modo da facilitare l’utente durante il processo di acquisto.

5. OTTIMIZZAZIONI SEO

Il primo passo da compiere per permettere agli utenti di conoscerti e di interagire con te è ottimizzare il sito web attraverso tecniche seo:
◦ Analisi delle keyword con maggior traffico;
◦ Inserimento di nuovi contenuti all’interno del sito web;
◦ Ottimizzazione delle immagini;
◦ Ottimizzazioni tecniche nella struttura del sito web.

6. LIVE CHAT

È ormai diventata indispensabile per interagire con i clienti che possono trovare difficoltà a muoversi all’interno del tuo sito web o che hanno bisogno di informazioni immediate relative ad un ordine.
L’utente che entra in un sito e-commerce e trova la live chat attiva ha automaticamente un giudizio positivo sulla tua azienda e il suo livello di fiducia nei tuoi confronti aumenta. È consapevole che, in caso di bisogno, c’è qualcuno disponibile ad aiutarlo.

7. NEWSLETTER

Qui si apre un mondo, sono infinite le newsletter di fidelizzazione che si possono realizzare per gli utenti:
◦ Email con sconti sul primo acquisto;
◦ Email per richiedere recensioni post acquisto;
◦ Email su nuovi prodotti presenti nello store;
◦ Email per l’imminente esaurimento di prodotti nelle wishlist;
◦ Email per carrelli abbandonati.

8. GESTIONE SOCIAL

Per ampliare la tua cerchia di utenti è sicuramente utile realizzare campagne marketing sui social network: Facebook e Instagram sono i social principalmente utilizzati.
Individuare il giusto target e creare un piano d’azione ben strutturato possono aumentare notevolmente gli accessi al tuo e-shop e quindi le conversioni.

Scopri il nostro servizio di progettazione e realizzazione siti web ecommerce.

L.

Newsletter

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER PER RIMANERE AGGIORNATO SU TUTTI I NOSTRI ARTICOLI:

Accettazione Privacy Policy

Controllo Antispam
2 + 1 =